Home / Venezia / Storia (breve) di Venezia
venezia, piazza san marco, storia
Venezia Piazza San Marco

Storia (breve) di Venezia

La Serenissima

Venezia, detta la Serenissima per la sua capacità di governo “democratico”, fu una grande e ricca potenza marinara che sviluppò i suoi commerci verso l’Oriente e lungo le coste balcaniche, si disinteressò sostanzialmente dell’entroterra e della regione circostante (il Veneto di oggi), fino all’epoca delle signorie. In seguito, unificò, in uno stato per qui tempi moderno, un territorio che andava da Bergamo a Ravenna a Riva del Garda fino al Friuli e parte dell’Istria che durò fino allo stravolgimento della politica e degli equilibri europei determinato dalla Rivoluzione Francese.

Venezia: I primi insediamenti

Venezia, centro degli insediamenti lagunari, fin dal IX sec. insediò a Rialto il centro commerciale delle attività marinare incrementando i traffici verso il Levante e creando sul mare il suo dominio.

Determinante si rivelò la conquista di Costantinopoli assieme ai crociati nel 1204 e la formazione di una rete di scali fino al mar di Marmara.

La guerra di Chioggia

Verso la terraferma Venezia impedì la formazione di stati troppo forti per garantirsi un entroterra che supportasse la sua economia ma nel suo espandersi incontrò resistenze e  la sua popolazione di dimezzò nella cosiddetta guerra di Chioggia contro Genova (1381) che pur vide Venezia vincitrice e per altri fattori quali le epidemie. La più grave si ebbe nel ‘300 ed ancor oggi, il 21 novembre di ogni anno si festeggia e ringrazia la Madonna della Salute che si ritiene “salvò Venezia dalla peste”.

La Lega di Cambrai

In seguito alla minaccia dei Turchi, che conquistarono Costantinopoli nel 1453, Venezia orientò il suo dominio in terraferma e, nel corso del Rinascimento, si propose come uno stato veramente moderno ma il suo dominio fu contrastato dalla Lega di Cambrai (1508), voluta da Papa Giulio II, che la costrinse a rinunciare ad ogni ulteriore espansione.

Venezia e l’arte

Nonostante ciò, la  cultura veneziana, oltrepassando confini si  espresse in tutto il territorio veneto: del resto Veneto si ritiene derivi da Venezia. In Veneto perciò, oltre a testimonianze lasciate dei Paleoveneti, dai  Romani e nel corso del primo medioevo, convivono influssi bizantini, islamici ed europei che rendono uniche, nel tempo e nella storia, le testimonianze artistiche di altissimo livello disseminate nel territorio.

La locomotiva d’Italia

Nei anni recenti il Veneto, dopo aver conosciuto anche periodi di arretratezza economica ed emigrazione, si propose come modello di sviluppo all’altezza delle sfide moderne e con un ruolo trainante dell’economia italiana ma oggi arranca nella ripresa economica che tarda a venire .

Venezia, invece, con la sua aura romantica vive una stanca stagione turistica da vecchia signora dei mari ed attira persone da tutto il mondo grazie ad iniziative culturali di alto livello.

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*