Home / Mostra / Antonio Ricciuti: Vincitore Mostra Fotografica “Salvaguarda Bassano”
Antonio Ricciuti Bassano
Salvaguarda Bassano - Foto Vincitrice

Antonio Ricciuti: Vincitore Mostra Fotografica “Salvaguarda Bassano”

Valori di una volta

“Salvaguarda Bassano”. Questo è il tema della mostra fotografica inaugurata lo scorso primo giugno nella Biblioteca Civica di Bassano del Grappa (VI). La mostra nel 2019, giunta alla sua decima edizione, è indetta da vari anni al fine di documentare i vari aspetti del territorio bassanese con lo scopo di cogliere sia gli aspetti naturalistici sia storici.

Sono due le sezioni ammesse, una rivolta agli studenti delle medie e dei primi anni delle superiori, e un’altra cosiddetta “Open”. La mostra fotografica “Salvaguarda Bassano” è molto seguita in città, tanto da attirare il pubblico e fotografi da ogni parte d’Italia.

In questa sezione dalla Giuria è stato proclamato vincitore del Primo Premio Antonio Ricciuti con l’opera “Erio il Re di Piazzotto Montevecchio”. La foto ritrae l’edicola storica che Erio (il titolare) insieme alla moglie Anna, ha condotto per molti decenni ed ora ha chiuso i battenti per pensionamento.

Una foto molto bella. La Giuria del premio ha apprezzato la bella immagine dei due coniugi ritratti all’interno dell’edicola, sorridenti e abbracciati, che sembrano dire: “Ecco noi siamo felici, ci amiamo anche sul lavoro”. La mostra fotografica “Salvaguarda Bassano” riconosce i valori del territorio bassanese.

Decima Edizione Vincitore

Antonio Ricciuti, l’autore della foto premiata, com’è nata l’idea di questo scatto: “Conosco benissimo sia Erio che Anna da molti anni, si può dire che siamo amici. Ho sempre apprezzato la loro simpatia, ho notato la loro disponibilità verso tutti, la loro professionalità (appena ci si avvicinava sapevano già cosa darti: veri “computer umani”).

Cosi dato l’ottimo rapporto instaurato, un giorno ho voluto scattargli quella foto, prima che chiudessero la loro attività. Il concorso fotografico mi ha dato la possibilità di fermare il tempo. Ora ogni volta che si passa davanti al chiosco tristemente chiuso, un velo di malinconia colpisce tutti noi vecchi clienti. Grazie di tutto, Erio e Anna.

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*