Home / Ambiente / La riserva naturale di Valle Cavanata
val cavanata, itinerari naturalistici
Riserva naturale di Val Cavanata

La riserva naturale di Valle Cavanata

Valle Cavanata

Un punto d’occhio sull’avifauna

La pista ciclabile è uno strumento bellissimo, per intraprendere una breve gita pomeridiana, durante una calda giornata estiva. A dieci chilometri circa fuori dall’isola di Grado, verso la città di Trieste si trova una riserva naturale unica con caratteristiche ambientali speciali.
La Riserva naturale della Valle Cavanata è una riserva naturale istituita con la legge regionale n. 42 del 30 settembre 1996 e si trova nella parte orientale della laguna di Grado, riconosciuta di valore internazionale grazie alla Convenzione di Ramsar. La Convenzione di Ramsar è un atto firmato nel 1971 nella città iraniana di Ramsar da vari Governi, istituzioni scientifiche e organizzazioni internazionali sulla protezione delle zone umide e degli uccelli acquatici, promossa dall’Ufficio Internazionale per le Ricerche sulle Zone Umide e sugli Uccelli Acquatici (IWRB – International Wetlands and Waterfowl Research Bureau).

La riserva naturale di Valle Cavanata

Valle Cavanata misura 327 ettari ed è un habitat tipico per l’avifauna, popolato da uccelli acquatici con ottime potenzialità per la sosta e la nidificazione di molte specie: sono state osservate oltre 260 specie di uccelli.
La riserva naturale nasce come valle da pesca, modificata dai pescatori della laguna e bonificata grazie allo sbarramento col mare del Canale Averto, un antico ramo del fiume Isonzo trasformato in canale scolmatore delle bonifiche dette “della Vittoria“.
I percorsi interni a Valle Cavanata conducono a osservatori dotati di feritoie, allo scopo di non arrecare disturbo alla fauna selvatica, grazie ai quali, il gran numero di visitatori riesce a osservare la riserva naturale restando fuori dalla sua vita. Nella frazione di Fossalon, in prossimità della valle, si trova il centro visite dove sono esposti pannelli dedicati alle caratteristiche del territorio con la possibilità di osservare tutta l’avifauna che vive nella riserva naturale.

Qual è la differenza tra parco e riserva naturale?

È interessante spiegare come i parchi e le riserve naturali sono aree in cui sono presenti ambienti ed ecosistemi intatti o poco modificati dall’uomo, con caratteristiche fisiche, biologiche e anche storico-culturali particolari. Queste aree sono protette con l’obiettivo di conservare la flora e la fauna spontanea e di mantenere l’ambiente naturale.
La differenza tra un parco e una riserva naturale si ritrova principalmente nella destinazione d’uso di essi. Un parco naturale è di grandi dimensioni geografiche avendo una gestione autonoma garantita dall’Ente Parco dove al loro interno sono più frequenti le attività agricole, turistiche e di sviluppo locale. Spieghiamo che, uno degli scopi dei parchi naturali, è quello di promuovere la conservazione della natura e di garantire forme di sviluppo sostenibili nel parco e nelle aree vicine.

Gli obiettivi della riserva naturale di Valle Cavanata

Una riserva naturale ha l’obiettivo di proteggere e conservare la natura essendo esse stesse partecipi allo sviluppo sostenibile dei territori: cercare maggiori visitatori le rendono fondamentale nella diffusione culturale dello sviluppo sostenibile.
Quando si parla di sviluppo sostenibile, entrano anche nell’assieme le aree chiamate biotopi, dove risiedono specie animali rare e a rischio di distruzione e scomparsa e che quindi hanno bisogno di una tutela accurata e di una gestione diretta che è garantita dagli enti pubblici.
La regione del Friuli Venezia Giulia è amica di tanti luoghi densi di storia e natura e quando si riesce ad arrivare in questi luoghi, si vive un momento di rara bellezza. Questo è quello che può essere una semplice gita in bicicletta: la scoperta di ambienti che sono sconosciuti a molti, ma che hanno un’importanza fondamentale per il nostro pianeta e il suo delicato equilibrio chiamata natura.

Quando si può visitare Valle Cavanata?

Il centro visite è aperto con il seguente orario:

  • da fine ottobre a fine marzo – sabato, domenica, lunedì dalle 10.30 alle 15.30
  • da fine marzo a fine ottobre – tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00 (chiuso il giovedì)

Visite su prenotazione  – www.vallecavanata.it

Marca Aperta

Marca Aperta
Periodico di informazioni, attualità e cultura del Veneto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*