Home / Attualità / Oscar 2014
Oscar 2014
Oscar 2014

Oscar 2014

Oscar 2014 – 12 anni schiavo miglior film.

Oscar del cinema a Paolo Sorrentino. La grande bellezza vince l’Oscar 2014 come miglior film in lingua straniera. La famosa statuetta torna in Italia dopo 15 anni dopo Roberto Benigni con La vita è bella nel 1999. Nella notte più importante di Hollywood ad acclamare il regista vincitore sono stati Ewan McGregor e Viola Davis. Marca Aperta ha fiutato l’Oscar di “12 anni schiavo” mettendo il film sulla copertina di febbraio.

Durante l’86esima edizione della cerimonia degli Academy Awards, Sorrentino ha ricevuto il premio insieme a Toni Servillo e al produttore del film Nicola Giuliano. Queste le sue prime parole: “Grazie all’Academy, a tutti gli attori, i produttori e alle mie fonti di ispirazione: Federico Fellini, Martin Scorsese, i Talking heads e Maradona”, ha detto il regista. “Sono quattro campioni nella loro arte che mi hanno insegnato tutti cosa vuol dire fare un grande spettacolo, che è la base di tutto lo spettacolo cinematografico. Sono molto emozionato e felice, non era scontato questo premio, i concorrenti erano temibili ora sono felice e sollevato”. Sorrentino ha quindi voluto ringraziare la città di Roma, dove il film è stato girato, e Napoli, la sua città natale.

Oscar 2014 a 12 anni schiavo

Gli oscar 2014 sono stati festeggiati soprattutto da Steve McQueen: il suo intenso racconto di schiavismo e soprusi in 12 anni schiavo ha vinto il premio oscar 2014 più ambito, quello come miglior film. Il regista inglese, dopo i ringraziamenti di rito ha cominciato a saltare sul palco. Brad Pitt, che del lungometraggio è produttore e interprete, ritirando la statuetta insieme a tutto il cast ha affermato: “Grazie per questo grande onore. È stato un vero privilegio lavorare sulla storia di Salomon Northup”. Salomon Nothup è l’autore dell’autobiografia da cui è tratta la pellicola, uomo nero e libero di uno Stato del Nord America, con l’inganno rapito e costretto alla schiavitù in Louisiana per dodici anni.  Ricordiamo che il libro da cui è tratto l’omonimo film, è edito in italia da Safarà Editore. (qui trovate l’intervista all’editore Guido Pascotto e a cui Marca Aperta ha dedicato la copertina di Febbraio 2014).

12 anni schiavo

Libro 12 anni schiavo

Gravity  ha fatto invece incetta di premi tecnici, facendo guadagnare anche la prestigiosa statuetta per la migliore regia ad Alfonso Cuarón.

Tra gli attori premiati durante la notte degli oscar 2014 i nomi sono: Cate Blanchett, Oscar come miglior attrice protagonista per Blue Jasmine Matthew McConaughey, Oscar come migliore attore protagonista per Dallas Buyers Club. Per la attrice australiana è la seconda statuetta della carriera ( dopo quella come miglior attrice non protagonista in The Aviator).  Rimane invece ancora una volta a mani vuote Leonardo DiCaprio, interprete di The Wolf of Wall Street.

Lunghi applausi anche per Lupita Nyong’o, miglior attrice non protagonista per 12 anni schiavo. Sul palco, l’attrice keniota ha ringraziato l’Academy, Salomon e soprattutto il regista, Steve McQueen: “È la gioia della mia vita, grazie Steve per avermi messo in questa posizione. Grazie alla mia famiglia e a mio fratello seduto vicino a me. Questa statuetta è un simbolo, per ogni bambino: significa che non conta da dove vieni. I sogni si possono avverare“.

Jared Leto, meraviglioso trans in Dallas Buyers Club, l’Oscar 2014 come miglior attore non protagonista. A Frozen – Il regno di ghiaccio della Disney va l’oscar come miglior film d’animazione. Grande delusione infine per American Hustle – L’apparenza inganna di David O. Russell, che, forte di dieci candidature, rimane invece a bocca asciutta.

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*