Home / Viaggi / Alla scoperta di Badoere
badoere, rotonda, treviso
Alla scoperta di Badoere (TV)

Alla scoperta di Badoere

La piazza di Badoere: un potenziale “spazio scenico”

È una scelta emotiva quella che mi suggerisce di parlarvi di Badoere, piccola cittadina situata nella pianura veneta nel Comune di Morgano ad ovest nella provincia di Treviso quasi ai confini con la provincia di Padova.

La piazza di Badoere si configura come un reale e potenziale “spazio scenico” con la sua “piazza rotonda”.

È un posto particolare delimitato verso ovest da un basso edificio circolare, vero e proprio elemento architettonico a sè, e verso est da una serie di edifici la cui disposizione ricorda la forma emiciclica (forse della contemporanea barchessa speculare). Vi è anche una chiesetta datata 1645.

La strada pubblica (SP 68)  interrompe l’ ampio spazio circolare che costituisce il cuore del paese dove, se per ipotesi, le auto non potessero irrompere, potremmo rivivere i rumori delle scene del passato.

Non tutti siamo un po’ “teatranti” nella vita!?, ma se la piazza, meraviglioso luogo in cui il tempo, senza essersi fermato sembra essersi fermato è divisa, l’incanto si spezza.

Portiamo pazienza e ci adattiamo al ventunesimo secolo sperando che almeno in qualche occasione, ad esempio deviando il traffico, si possa usare la piazza per rivivere gli spettacoli che un tempo si usavano fare all’aperto. All’opera potremmo vedere funamboli, maghi, incantatori e teatranti!

Saltimbanchi e giocolieri si alterneranno cercando di attirare l’attenzione, si rifaranno i giochi e danze del passato indossando costumi popolari. Ricreeremmo ricette antiche ricche di sapore e di spezie.

La rotonda di Badoere

Già anticamente lo spazio era adibito a mercato agricolo e nelle botteghe che si affacciano sul portico gli artigiani esponevano i loro prodotti. E’ plausibile anche l’idea che l’dificio fosse la barchessa della villa dei signori veneti della famiglia Badoer (da cui probabilmente il nome Badoere). In passato era parte del complesso della villa padronale che nel 1920 andò distrutta durante una rivolta contadina.

Per lungo tempo è stata il centro di scambi commerciali come testimoniano documenti relativi alla vita di Angelo Badoer, controverso personaggio della Serenissima, che ne ha deciso la costruzione intorno al 1689.  In seguito la proprietà è passata di mano in mano a famiglie veneziane fino ai giorni nostri dove  ci viene consegnata segnata dal tempo.

Molteplici sono ora le iniziative che si susseguono per dare vita a questo spazio, ad iniziare dal mercatino dell’antiquariato, che si snoda nei sottoportici della barchessa.

Anche nei periodi canonici delle feste che rimandano a ritmi di coltivazione, quale ad esempio la festa dell’Asparago di Badoere, la piazza si apre alla vita cittadina ma, la strada centrale, rimane come una ferita aperta a dirci e ricordarci che la volontà dell’uomo potrebbe cambiare le cose.

Appuntamenti a Badoere

  • Fiera dei Trovarobe: 1° Domenica di ogni Mese, dalle 8:00 alle 20:00, escluso il mese di agosto;
  • Mostra dell’artigianato e della creatività, 3° Domenica del Mese dalle 8:00 alle 20:00 nei mesi di marzo, aprile, maggio, settembre, ottobre, novembre e dicembre. A novembre e dicembre, diventa un mercatino di Natale;
  • Mostra dell’Asparago IGP di Badoere, 1° maggio di ogni anno.

Silvana Foffano

Silvana Foffano
Dopo un periodo di studi e lavoro nel settore architettura mi sono dedicata all'insegnamento ricavandone motivazione e soddisfazione.Ho proseguito i miei studi nell'ambito della formazione specialistica per poter acquisire le metodologie utili all'apprendimento, in relazione al quale ho svolto attività di docenza per conto dell'Università "Cà Foscari" di Venezia.Attualmente sono Docente Discipline Geometriche, Architettoniche, Scenografia, Arredamento presso Scuole Medie Statali di I° e II° grado.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*