Home / Arte / Ravageur: arte collettiva
ravageur
Ravageur

Ravageur: arte collettiva

Ravageur – L’arte è insieme

Quando si parla di cultura e d’arte è difficile trovare una realtà, non adatta all’ego personale, ma pronta ad unirsi in un unico progetto culturale collettivo.
Tra gli amici della nostra rivista, troviamo Alexandra Radulescu, che ci parla della sua esperienza di essere un’artista non di ego, ma di collettivo. Ravageur si definisce un collettivo di arte e musica insieme: è un gruppo di artisti che si muovono insieme nel segno della cultura collettiva e l’ispirazione d’insieme. Nasce nel gennaio del 2016 a Parigi e appartiene a numerosi giovani artisti che condividono la cultura dell’espressione.
L’interesse che suscita parte dalla realtà di vita, nata in diverse nazioni europee, e trovandosi accomunati dalla voglia di fare cultura e arte insieme.

Catherine Brugnolo

Catherine Brugnolo, francese di origine italiana, è maestro vetraio e incisore, ma anche pittrice. Catherine lavora tra Parigi e Venezia e insegna l’incisione al museo Petit Palais, situato sui Champs Elysées.
Jean-Baptiste Hauchard, francese, è nato in Normandia nel 1985; ingegnere di studi, lavora da diversi anni a Parigi. Avido frequentatore degli atelier d’incisione, ama sperimentare diverse tecniche, combinandole con la sua passione per la scienza.

Alexandra Radulescu

Alexandra Radulescu, italo-romena, classe 1987, parte da Padova e lavora nel marketing nella città di Parigi da tre anni. Alexandra ha una Laurea in Arti Visive conseguita a Venezia, e continua a cercare l’espressione e la sua passione per l’arte attraverso gli atelier d’incisione al Petit Palais. Studia disegno di modello dal vivo alle Belle Arti.
Guillaume Rouxel, francese originario di Bordeaux, è professore di storia dell’arte e arte applicata alle scuole medie e liceo. È un illustratore affermato con una grande passione per l’incisione e la serigrafia. Il suo stile elaborato e originale non lascia indifferenti.

Veronica Santamaria Palombo

Veronica Santamaria Palombo, classe 1987 è nata a Vicenza, vive e lavora a Parigi dal 2012. Frequenta l’atelier d’incisione, ma anche diversi atelier di scultura e litografia, sperimentando svariate tecniche e soggetti.
La missione del collettivo è la sperimentazione e la visione artistica di gruppo: la prima esposizione del collettivo si è tenuta il 13 giugno alla “Giornata della stampa contemporanea”, nella Piazza Saint Sulpice a Parigi. Alcuni dei loro lavori sono stati esposti anche all’Ambasciata Romena di Parigi, nell’ambito del Nepsis Summer Festival il 18 giugno. In questo momento, una selezione dei loro lavori è esposta al Centro Culturale André Malraux a Kremlin-Bicêtre. La mostra è aperta fino al 16 ottobre incluso e fa parte delle giornate “porte aperte” degli atelier degli artisti nella città di Kremlin-Bicêtre.

La riscoperta dell’incisione

Il collettivo ha come scopo la riscoperta e sperimentazione dell’incisione (acquaforte, su legno, su linoleum, alluminio e diversi altri materiali) che si adatta al momento e al soggetto rappresentato. I membri del gruppo stanno già sviluppando altri progetti e sono alla ricerca di opportunità per esporre e collaborare con altri istituti culturali e gruppi.
Condividiamo con Ravageur la possibilità di esporre le opere, l’insieme dei partecipanti al progetto, e apriamo le porte dei più prestigiosi musei a una bella iniziativa unica e speciale.

Sito ufficiale: https://www.facebook.com/CollectifRavageur/

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*