Home / Recensioni / Recensione: Il principe azzurro è un bastardo di Roman M Koidl
recensione, libro, il principe azzurro
Recensione Libro - Il principe azzurro è un bastardo

Recensione: Il principe azzurro è un bastardo di Roman M Koidl

Gli uomini raccontati in un manuale

Questo potrebbe essere un manuale, utile alle donne, per difendersi dagli uomini e dalle loro bugie. Gli uomini sono incasellati in varie categorie, questo dovrebbe aiutare a riconoscerli e a evitarli. In realtà lo scrittore scrive storie di uomini che tradiscono. Ogni capitolo introduce una coppia che poi ritroviamo in altre situazioni. Sembra una telenovela, dove ogni pagina aggiunge degli aspetti nuovi e inaspettati. Il libro è diviso in quattro gruppi, dove i capitoli parlano di uno stesso tema.

  • Il primo racconta dei bastardi, dove si parla di varie tipologie di uomini, i sottotitoli sono: anche Mister Right sbaglia, la violetta del forse, il fiore della speranza, il partner da ogni due settimane, l’uomo sposato, il dottor Kimble, gli esperti del non sono ancora pronto, i bad boys, gli uomini senza desiderio e quelli che vogliono sempre le coccole, il bugiardo, il fedigrafo seriale e la doppia vita, il sadico.
  • Il secondo capitolo è perché quello giusto è sempre quello sbagliato, dove ci sono, il papà è il primo problema, la figlia che deve piacere, la figlia che deve primeggiare, la figlia che deve protestare. Segue quello intitolato le trappole dell’amore, diviso in: lo squilibrio non percepito, inganno o essenza del bello, papà non risponde, ascoltare non significa capire.
  • Per ultimo c’è “Io o lui?” Dove si parla di: fante di cuori o asso di picche, il suono dell’infanzia, come sfuggire alle trappole dell’amore diciotto consigli e mezzo.

Biografia

Roman M. Koidl è un imprenditore austriaco, mercante d’arte e scrittore, nato nel 1967. Ha lavorato come consulente di gestione per marketing e vendite presso la Gruber, Titze & Patner. Dopo il 1990 ha fondato varie società. Ha scritto vari libri di saggistica e romanzi, come “Buggers – Perchè è sempre il male”. Vive a Zurigo, ha scritto una rubrica su Blick da marzo 2013 a aprile 2014.

Editore Piemme Prezzo: €. 5,90

Dove acquistare: Il principe azzurro è un bastardo. Perché quello giusto è sempre quello sbagliato.

Marca Aperta

Marca Aperta
Periodico di informazioni, attualità e cultura del Veneto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*