Home / Storia / Serenissima in Lombardia – Castello San Vigilio – Bergamo
castello vigilio serenissima bergamo
Castello San Vigilio - Bergamo

Serenissima in Lombardia – Castello San Vigilio – Bergamo

La Serenissima in Lombardia

Il castello di San Vigilio

 

Il castello di San Vigilio si trova nella città di Bergamo sul colle che porta il suo stesso nome. E’ stato costruito in epoca romana, sopra il colle di posizione strategica, visti i suoi circa cinquecento metri sul livello del mare poneva un’efficientissima visuale sulla pianura Padana, nelle valli e sulla catena montuosa delle Prealpi Orobie. Alla fine del XV secolo la Serenissima porta ingenti modifiche alla struttura del castello costruendo cannoniere, feritoie, passaggi segreti e quattro torrioni collegati tra loro con un muraglione di cinta di forma poligonale e un fossato a protezione.

Il confine con il Ducato di Milano è stato fulcro di battaglie per la Serenissima che anche in questa zona deve difendersi dai numerosi assedi: nel 1509 il Provveditore veneto è attaccato dalle truppe francesi e nel 1513 gli spagnoli danneggiano la struttura in modo grave.

Le Mura Venete

Per difendersi dagli attacchi la Serenissima decide così di alzare delle mura a protezione della città e così nasce il Forte San Marco, un passaggio segreto che partiva dalla parte nord delle mura fino al castello di San Vigilio e modifica la pianta del castello per renderla più attiva nell’accoglienza dei soldati, dandole una forma a stella.

Le Funicolari

La città di Bergamo è anche conosciuta per le due funicolari che partendo dalla città bassa portano fino al castello di San Vigilio. Una funicolare collega Città Bassa con Città Alta, dove si possono visitare monumenti storici come la Basilica di Santa Maria Maggiore e il Duomo, tutto contornato da musei e palazzi storici con piazze storiche e uniche. La seconda porta da Città Alta al Colle San Vigilio dove sorge il castello. (www.atb.bergamo.it/it)

Personaggi Storici

Gaetano Donizetti nasce a Bergamo il 29 novembre 1797 e muore a Bergamo l’8 aprile 1848 e Giacomo Manzù che nasce a Bergamo il 22 dicembre 1908 morendo a Roma il 17 gennaio 1991. Donizetti e Manzù sono le figure più conosciute della città insieme al loro lavoro.

Gaetano Donizetti è il più celebre operista italiano dell’Ottocento, scrive infatti, circa settanta opere insieme a composizioni di musica sacra e da camera.

Giacomo Manzù è uno scultore italiano avvicinatosi all’arte durante il servizio militare a Verona dove studia le porte di San Zeno e i calchi dell’Accademia di Belle Arti “Giambettino Cignaroli”.

Marca Aperta

Marca Aperta
Periodico di informazioni, attualità e cultura del Veneto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*