Home / Spettacoli / Yuri Bashmet alla conquista della Marca Trevigiana.
Violinista Yuri Bashmet
Yuri Bashmet in concerto

Yuri Bashmet alla conquista della Marca Trevigiana.

Grande musica nella Marca Trevigiana. È il più grande violista vivente e a fine agosto sarà nella Marca trevigiana. Un incontro quello tra Yuri Bashmet e i colli di Conegliano che si è concretizzato sul piano artistico grazie alla sua grande e nota passione per questa terra. Una passione che lo ha portato lo scorso anno ad interessarsi alle realtà musicali di quest’area, coinvolgendo l’Insieme vocale “Città di Conegliano” all’interno del prestigioso festival internazionale di Soci (in Russia, sede nel 2014 delle olimpiadi invernali), da lui diretto. E quest’anno, a portarlo in una tournée di circa una settimana “sulle vie del Prosecco”.

Percorso Musicale

È così che dopo Siena (Dal 1986 è docente presso l’Accademia Chigiana e tiene corsi nel mese di luglio) e prima di approdare all’isola d’Elba (per il festival Elba Isola musicale d’Europa, da lui fondato), il maestro russo Yuri Bashmet, insieme ai 25 musicisti che formano lo straordinario ensemble “I Solisti di Mosca’”, sarà in Veneto e nella Marca trevigiana per 4 imprendibili concerti in luoghi suggestivi, già carichi di una forte valenza emozionale: Chiesa di Santi Martino e Rosa di Conegliano (mercoledì 28), Abbazia di Santa Maria di Follina (giovedì 29), Teatro Da Ponte di Vittorio Veneto (venerdì 30), Convento di San Francesco di Conegliano (sabato 31).

[pullquote]Con l’ensemble “I solisti di Mosca” e con la partecipazione di grandi solisti italiani e russi, unica tappa in Veneto, si esibirà in 4 concerti per dar vita al festival musicale che unisce Italia e Russia all’insegna e sulle vie del Prosecco[/pullquote]

Quattro concerti di grande spessore artistico, arricchiti dalla partecipazione di musicisti italiani di riconosciuta fama e bravura: dal soprano Giovanna Donadini al mezzosoprano Raffaella Vianello al contralto Sara Mingardo; le pianiste Marisa Tanzini e Vanessa Benelli Mosell, oltre al violinista Massimo Quarta che in queste terre di Prosecco ebbe il suo trampolino di lancio.
È prevista inoltre la presenza dei solisti russi Alexander Buzlov al violoncello e Tatiana Samouil al violino e le prime parti dei ” Solisti di Mosca ” Kirill Kravtsov, Andrey Poskrobko, Maxim Khlopiev. A fare gli onori di casa ci sarà l’ insieme vocale ” Città di Conegliano” diretto da Laura Fabbro.
Lo stesso Yuri Bashmet si esibirà come direttore d’ orchestra, oltre che nella sua abituale veste di solista suonando una preziosissima viola creata nel 1758 dal liutaio milanese Paolo Testore.

Musica Festival Italia Russia

Ma soprattutto 4 concerti che saranno resi accessibili al grande pubblico, come nella tradizione dei festival, grazie ad un prezzo del biglietto davvero popolare. La presenza di Bashmet nella Marca Trevigiana infatti si inserisce nell’ambito del nuovo nato Festival musicale Italia Russia “Sulle vie del Prosecco”, sostenuto dal sindaco di Conegliano Floriano Zambon, consapevole della grande amicizia tra questi due Paesi e dalla possibilità di creare in futuro nuovi ponti culturali ma anche commerciali e turistici.

Chi è Yuri Bashmet

YURI BASHMET, direttore e solista – Nato nel 1953 a Rostov in Ucraina, Yuri Bashmet ha studiato al Conservatorio di Mosca con Vadim Borisovsky, violista del Quartetto Beethoven, e in seguito con Fedor Druzhinin.
Nel 1975 vince, ancora studente, il secondo premio al concorso internazionale di Budapest. Il primo premio nel 1976 al Concorso ARD di Monaco di Baviera segna l’inizio della sua carriera internazionale, che lo ha portato ad esibirsi nei più importanti centri musicali di tutto il mondo.
Nel 1988 ha debuttato negli Stati Uniti al Festival “Making Music Together” a Boston e, nel 1990, con i Berliner Philharmoniker.Appassionato camerista, ha collaborato con musicisti quali Sviatoslav Richter, Natalia Gutman, Gidon Kremer, Mstislav Rostropovic, Anne-Sophie Mutter,Viktor Tretjakov e il Quartetto Borodin.
Molti compositori contemporanei hanno scritto lavori a lui dedicati. Particolarmente stretta è stata la collaborazione con il compositore Alfred Schnittke: nel 1986 ha eseguito in prima mondiale al Concertgebouw di Amsterdam il Concerto per Viola e, più recentemente, con Mstislav Rostropovic e Gidon Kremer, il Triplo Concerto. Nel 1990, è stato protagonista al Festival di Berlino della prima mondiale del Concerto per viola del compositore georgiano Giya Kancheli.
Dirige inoltre l’orchestra I Solisti di Mosca, da lui fondata nel 1986, con la quale ha effettuato tournées in tutto il mondo e con particolare frequenza in Austria, Germania, Giappone, Australia, USA, Nuova Zelanda, Inghilterra, Francia e Italia.
E’ stato il primo violista a presentarsi come concertista (solista) alla Scala di Milano.
Nel 1995 ha ricevuto il prestigioso premio internazionale della Fondazione Sonings di Copenhagen.
Dal 1997 è direttore artistico del Festival Internazionale “Elba Isola Musicale d’Europa” e, dal 2000, della “Stagione Musicale a Villa Abamelek”, residenza dell’Ambasciatore Russo a Roma.
Il 25 ottobre 2000 è stato insignito del titolo di Commendatore al Merito della Repubblica Italiana.
Ha al suo attivo numerose incisioni discografiche come solista, in duo e con i Solisti di Mosca.
Nel 1992 e nel 1994 ha meritato il premio quale “migliore strumentista dell’anno nell’ambito dei Classical Musical Awards.

Chi sono i solisti di Mosca

“I Solisti di Mosca” – L’orchestra “I Solisti di Mosca” si è costituita nel 1984 sotto la direzione di Yuri Bashmet. Dal momento della sua formazione, l’orchestra si è esibita in moltissime tournée internazionali.
Il repertorio comprende opere dei musicisti classici tra quali Vivaldi, Bach, Mozart, Ciaikovskij, Mendelssohn, Grieg, Schubert, Prokofiev, Shostakovich, Hindemith, Telemann, M. Marais.
Molti compositori russi contemporanei, come A. Golovin, A.Ciaikovskij, M.Jermolajev, A.Schnittke, V.Barkauskas, hanno composto e dedicato concerti per viola ed orchestra che sono stati eseguiti in prima assoluta.
Nel 2008 a Los Angeles Yuri Bashmet e l’orchestra de “I Solisti di Mosca” hanno vinto il Grammy Award per la migliore incisione di Prokofiev e Stravinsky.
______________

Con la partecipazione di: Rostec Partner in the future; Credito cooperativo Banca Prealpi, Masottina

Partner tecnici: Fazioli, Russian Concert Agency, Studiomusica

Prezzi biglietti: Intero € 15,00 + diritti prev. € 1,00 – Ridotto studenti e pensionati € 12,50 + diritti di prev. € 1,00 – Abbonamento 4 spettacoli € 50,00 + diritti di prev. € 4,00 – Gratuito fino a 12 anni

Prevendite: Conegliano: Jungle Records – via Matteotti 0438 410746; Libreria Canova – via Cavour 0438 22680; Librerie.Coop – Centro Commerciale Conè 0438 369393; Quartiere Latino – via XI Febbraio 0438 411989; Ufficio Iat – via XX Settembre 0438 21230 | Cison di Valmarino: L’Emporio abbigliamento – via Egidio dall’Oglio, 12 0438 975117 | Follina: Onda Verde viaggi – via Pallade 0438 970350; Hotel Villa Abbazia – piazza IV Novembre, 3 0438 971277 | Pieve di Soligo: Cons. Pro Loco Quartier del Piave – piazza Vittorio Emanuele II 0438 980699 | Vittorio Veneto: Librerai musicale Amadeus, via Pastore, 0438.940818; Libreria dei Ragazzi Il Treno di Bogotà – via Martiri della Libertà 0438 072347; Medina Viaggi – piazza Fiume 0438 91253; Ufficio Iat – viale della Vittoria 0438 57243.

Per informazioni: numero verde 800 910 636; sito web: www.coneglianofestival.it .

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*