Home / Interviste / Gabriele D’Alonzo: #Introspective
Gabriele D'alonzio, introspective
Gabriele D'Alonzo

Gabriele D’Alonzo: #Introspective

GABRIELE D’ALONZO

“#Introspective” il primo cd da solista di Gabriele D’Alonzo. Sonorità jazz ambient per un cd introspettivo ed emozionante.

Home recording. L’entusiasmo, la perseveranza, la costanza e la passione per la musica, hanno stimolato l’interesse per l’home recording, ed il bravo musicista Gabriele D’Alonzo ha deciso di realizzare il suo primo progetto solista,  “#Introspective”. Iniziato durante una notte di novembre del 2014, è uscito un album strumentale. Gabriele ha composto i testi, la musica e gli arrangiamenti, durante esperimenti musicali improvvisati e spontanei a occhi chiusi, con cuore e mente connessi, in perfetta sintonia, tali da alimentare idee, sensazioni ed emozioni.

Il CD è uscito l’8 dicembre 2015 intitolato “#Introspective” ovvero l’introspezione di guardarsi dentro. Con questo lavoro ha voluto guardarsi dentro e tirare fuori i pensieri e i sentimenti che condizionano la vita di una persona in questo caso la sua. È il suo primo lavoro, autoprodotto, e sono sonorità jazz-ambient in una situazione tranquilla, appunto “#Introspective”.

gabriele d'alonzo, introspective

Introspective di Gabriele d’Alonzo

Il progetto è composto da 10 brani che hanno differenti mood tra loro.  È un viaggio notturno tra sentimenti, situazioni ed esperienze, che hanno influito il corso della sua vita personale ed artistica. E’ stato ideato, creato ed elaborato presso suo “Home Studio” registrato prettamente di notte durante il silenzio totale,  tra le mura di casa. Ogni strumento inserito è stato ricercato e suonato con dei virtual instruments su una workstation e con il mio indispensabile compagno di viaggio, il computer.

Gabriele assorbe molta musica e ascolta diversi generi e tra gli artisti di cui segue l’evolversi, si possono citare Remo Anzovino, Ludovico Einaudi, Hior Chronik e Olafur Arnalds. Il suo lavoro di elaborare musica, sound e arrangiamento, come si dice, in house. “Comporre sia la musica, sia i testi e arrangiare l’insieme con il computer rimane la mia passione”.

Ascoltiamo #Introspective e partiamo per un viaggio nelle tecnologiche sonorità jazz ambient.

#Introspective: dove possiamo acquistarlo?

PER RICHIERE IL CD #Introspective

email:   gabriele.dalonzo@libero.it

https://www.facebook.com/introspectiveproget/

PER INFO SU GABRIELE D’ALONZO

https://www.youtube.com/user/gabruz1979/videos

https://plus.google.com/+GabruzDalonzo/posts

https://twitter.com/gabruzd

Gabriele D’Alonzo – Intervista

Gabriele ci parli di questo nuovo lavoro musicale. Da dove trae ispirazione la sua musica?

Il progetto è nato tutto da me: assorbo molta musica e ascolto diversi generi e tra gli artisti di cui seguo l’evolversi posso citare Remo Anzovino, Ludovico Einaudi, Hior Chronik e Olafur Arnalds. Il mio lavoro è di elaborare musica, sound e arrangiamento, come si dice, in house. Comporre sia la musica, sia i testi e arrangiare l’insieme con il computer rimane la mia passione.

Come mai si presenta con pianoforte e computer…

Questa è la mia particolarità: i brani sono suonati prima col pianoforte, vengono rielaborati con i programmi computerizzati e poi fatti passare nei virtual instruments. I testi, i brani e gli arrangiamenti sono sviluppati all’interno di questi mondi virtuali e le tracce che ne escono sono suonate soltanto da me. Io sono l’unico attore della musica che compongo.

Tanta tecnologia, ma poi suona a occhi chiusi: perché?

Perché la mia musica esce dall’anima. Mi piace trasmettere tutto quello che mi emoziona alla gente attraverso la musica. Mentre suono, tenere gli occhi chiusi mi fa cercare fino nel profondo della mia anima il perché ho scritto quella nota: e mi piace che il pubblico la ascolti.

Dove vuole arrivare con la sua musica?

Prima di tutto vorrei essere soddisfatto di quello che ho fatto: ovviamente mi piacerebbe arrivare in alto perché credo molto nel progetto e mi sento pronto a far arrivare la musica ovunque.

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*