Home / Energia / Fotovoltaico / Impianti Fotovoltaici, descrizione.
pannelli fotovoltaici
pannelli fotovoltaici

Impianti Fotovoltaici, descrizione.

Impianti Fotovoltaici. In questi ultimi anni gli impianti fotovoltaico hanno iniziato a fare la loro comparsa sui tetti delle nostre case, spesso i media ne hanno parlato, eppure la conoscenza di questa importante sorgente energetica è ancora molto modesta e talvolta inesatta; abbiamo quindi pensato a queste pagine per avviare una rubrica che mese per mese fornisca informazioni semplici e puntuali riguardanti questo argomento.

Fotovoltaico cos’è?

Azione Energia Solare, un’associazione di progettisti ed installatori di impianti fotovoltaici di piccola taglia, curerà, tramite me, questa rubrica e risponderà alle domande che vorrete rivolgere scrivendo all’indirizzo email  che trovate in testa alla pagina.

Prima di tutto, cos’è il fotovoltaico?  E’ un modo di produrre energia elettrica sfruttando la luce del sole come unico “combustibile”, quindi un generatore elettrico che non fa rumore, non consuma gas o petrolio, di conseguenza non inquina e che soprattutto garantisce una vita operativa di almeno 30 anni senza alcun bisogno di manutenzione.

L’energia prodotta è in corrente continua, come quella prodotta dall’alternatore di un’auto e come quella può essere accumulata in batterie per essere utilizzata nelle giornate nuvolose,  quando i pannelli fotovoltaici producono poca energia o di notte quando non ne producono affatto.  Per molti anni  i pannelli fotovoltaici sono stati usati solo per scopi scientifici, sui satelliti spaziali o per alimentare piccole utenze elettriche in zone non servite dalla rete Enel, ad esempio stazioni meteorologiche, rifugi di montagna segnali stradali luminosi ecc.

 Inverters

In questi ultimi anni, grazie ai progressi dell’elettronica, è stato possibile realizzare degli apparecchi, chiamati inverters, che sono in grado di trasformare l’energia prodotta dai pannelli, da corrente continua (come quella dell’auto) in corrente alternata (come quella dell’enel) consentendo quindi di alimentare le nostre case e le nostre aziende, direttamente con l’energia prodotta dal sole.

Questo ha rivoluzionato il mondo dell’energia e molti paesi,  la Germania più di ogni altro, hanno scelto di investire in questa soluzione, chiudendo le centrali nucleari e programmando, entro 20-30 anni di produrre tutta la loro energia da fonti naturali e non inquinanti, fra le quali il fotovoltaico.

Prezzi abbordabili

In Italia negli anni scorsi molto è stato fatto nel mondo del fotovoltaico grazie a grandi investimenti dello stato ed oggi, poiché i prezzi degli impianti fotovoltaici  sono enormemente diminuiti, realizzare un impianto in grado di produrre tutta l’energia consumata da una famiglia media è diventato un costo molto abbordabile (parliamo di 8-10.000 Euro) dei quali il 50% detraibile dalle tasse.

Con questo investimento, ammortizzabile in 7-8 anni, una famiglia media può iniziare a produrre tutta l’energia della quale necessita, con un impianto che rimarrà attivo per almeno 30 anni.

Nel prossimo numero vedremo in dettaglio come è costruito un impianto per abitazione e quali sono le procedure per poterlo realizzare.

Marca Aperta Treviso

Marca Aperta Treviso

Giorgio Ruffini

Giorgio Ruffini
Consulente aziendalewww.fotovoltaici.infoPresidente di AES Azione Energia Solarewww.azioneenergiasolare.it

1 Commento

  1. Un articolo interessante, chiaro e comprensibile.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*