Home / Ospedale a Castelfranco Veneto

Ospedale a Castelfranco Veneto

Ospedale S.Giacomo a Castelfranco Veneto.

16/Z, Via Dei Dei Carpani – 31033 Castelfranco Veneto (TV) tel: 0423 7321

Cup Ulss 8

Via Ospedale 18, 31033 – Castelfranco Veneto (TV) tel 840800811

Orari

lun – Ven.  08:00 – 18:00
sab  08:00 – 12:00

Ospedale Castefranco

Ospedale di Castefranco

 Il nuovo Ospedale di Castefranco Veneto inaugurando il 15 novembre, ampliato e potenziato grazie ad un’operazione di poject financing per un costo complessivo di 71 milioni di euro, dei quali il 29 % finanziato dalla Regione e il 71 % dai privati.

Mappa

 Cup

 Odontoiatria

ginecologia

maxillo facciale

Ospedale – La storia

Ospedale – Le origini. Risale all’anno 1000 a Castelfranco la prima Cappella di un Ospizio-Lazzaretto (allora come oggi dedicata a S. Giacomo) costruita all’incrocio tra le vie consolari romane Postumia e Aurelia; serviva ai pellegrini che dall’est erano in cammino verso Santiago de Compostela in Spagna e, per quelli che andavano a  Roma. Dopo la costruzione delle mura, nel 1217 l’ospedale andò in via Bastia Vecchia, e fu ampliato con un convento e l’attuale chiesa di S.Giacomo Apostolo. Nel 1780, il Consiglio decise di ricostruire l’antico ospedale, e affidò la progettazione all’architetto Francesco Maria Preti, il quale progettò una monumentale struttura, fronteggiante l’intera via Riccati (tra via S.Giacomo e il ponte sull’Avenale-Musonello). Nel 1769, però, la soppressione del convento dei Cappuccini costrinse l’interruzione dei lavori, limitandoli al palazzetto situato all’angolo di Bastia Vecchia e il trasferimento dell’istituzione ospedaliera nell’edificio conventuale,nella zona dell’attuale casa di riposo. palazzetto Preti, unica parte edificata del progetto dell’architetto Francesco Maria Preti Nel 1910, il Consiglio di Amministrazione della Congregazione di Carità di Castelfranco, approvò il progetto di riordinamento dell’ospedale, il quale oltre a numerosi lavori di ristrutturazione interna, prevedeva anche la costruzione di due nuovi padiglioni, uno isolato per gli ammalati di tubercolosi ed un altro per le malattie infettive.

Il Consiglio nel 1931 decise di effettuare un ulteriore ampliamento, il quale fu attuato solo in parte. Questo fu l’ultimo intervento di modifica apportato al vetusto ospedale. Infatti nel dopo guerra,l’amministrazione ospedaliera, con i fondi del Comitato di Liberazione, avviò la costruzione di un nuovo stabilimento ospedaliero, progettato dall’architetto Angelo Scattolin. I lavori iniziarono nel 1949 e terminarono nel 1963 con l’inaugurazione dell’ospedale, dotato di una cappella per il servizio religioso, la quale presenta alcuni elementi che si collegano con la storia dell’ospedale. Al centro del pavimento è posto l’antico stemma dei Battuti, la Confraternita che si occupava dell’ospedale in Bastia Vecchia; vi è poi, la statua della Vergine Immacolata proveniente dal vecchio ospedale demolito. La chiesetta ospita una rappresentazione di S. Giacomo Apostolo nel quadro rappresentato con la veste del pellegrino, scelta dell’artista per ricordare il motivo per cui è nato l’ospedale di Castelfranco.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*