Home / Cinema / Archivissima 2020: Emancipazione femminile nei Cinergionali anni 60
Cinegiornali emancipazione femminile
ARCHIVISSIMA 2020

Archivissima 2020: Emancipazione femminile nei Cinergionali anni 60

La Cineteca del Veneto

La Cineteca del Veneto è protagonista di Archivissima dal 5 al 8 giugno 2020 e di Notte degli Archivi il 5 giugno 2020 dalle ore 18.00. Il tema degli eventi dedicati al cinema è la donna attraverso la comunicazione di massa della sua immagine.

L’obiettivo è riunire tutti i Cinegiornali degli anni Sessanta e attraverso l’analisi del linguaggio usato, sia testo sia immagini, ripercorrere insieme l’emancipazione femminile in in quel periodo storico.

Basti pensare al significato indelebile del mese di giugno quando la donna finalmente è protagonista del voto in Italia e ricorda la nascita della Repubblica, ma anche del voto alle donne in Italia.

Il referendum del 2 e 3 giugno 1946 costituisce la prima occasione di consultazione politica nazionale in cui hanno potuto votare tutte le donne di maggiore età.

Notte degli Archivi

L’edizione del 2020 è la quinta e per la prima volta diventa a carattere nazionale coinvolgendo archivi sparsi in tutta Italia. La Notte degli Archivi è patrocinata dall’ANAI – Associazione Nazionale Archivistica Italiana e rientra nel programma del festival Archivissima.

L’edizione 2020 è dedicata alle Donne protagoniste di storie di cambiamento e trasformazione.

Archivissima

Il Festival degli Archivi si tiene a Torino dal 5 all’8 giugno 2020. La rassegna, propone in quattro giorni, lo studio e la proiezione di patrimoni culturali, di collezioni e la storia degli Archivi.

L’importanza della rassegna è soprattutto lo studio approfondito di documenti originali e fondamentali.

Il Festival è ideato e sostenuto da Promemoria ed è organizzato dall’Associazione culturale Archivissima in collaborazione con il Polo del ‘900.

Cineteca del Veneto

Ha scelto per la Notte degli Archivi e per Archivissima di selezionare alcune notizie estratte da Cinegiornali degli anni Sessanta con l’analisi del linguaggio.

Così si capisce come l’emancipazione femminile è un percorso lunghissimo. Il percorso nasce con la figura della donna che è ancora descritta quasi esclusivamente per la sua bellezza, per la sua esteriorità, il cui ruolo è strettamente legato all’ambiente domestico.

I documenti di Cineteca del Veneto sono stati restaurati e sono disponibili gratuitamente su TecaTV una webtv e canale on demand che raccoglie, oltre ai documenti della Cineteca anche Film, Documentari e Corsi Online.

Mario Fontana

Mario Fontana
Imprenditore e libero professionista con esperienze maturate in ambito amministrativo e finanziario presso aziende di media-grande dimensione in Italia ed estero. Editore di Marca Aperta. Docente di matematica e contabilità, manager di imprese manifatturiere e servizi, esperto in amministrazione e commerciale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*