Home / Venezia / Carnevale di Venezia 2017 – Le migliori maschere
venezia, carnevale
Carnevale di Venezia 2017: le migliori maschere

Carnevale di Venezia 2017 – Le migliori maschere

Venezia Carnevale 2017

Premiati Odino e Freyja

Si è chiusa anche l’edizione 2017 del Carnevale di Venezia, lasciando come tutti gli anni, tanti sorrisi e colori. Nelle varie manifestazioni, la satira l’ha fatta da padrona, ma si trova a Venezia un bell’esempio di stravaganza e cultura insieme. La città lagunare è solita premiare le maschere che si affacciano sul mare Adriatico a raffigurare quello che dentro di noi si vuole essere almeno per pochi giorni l’anno.

Carnevale di Venezia 2017 – Le migliori maschere

Un chiaro segno di cultura e stravaganza carnevalesca la incontriamo con Nicola Pignoli e Ilaria Cavalli, premiati il giorno di Martedì Grasso come migliori maschere del carnevale veneziano di quest’anno. Abbiamo raggiunto a Soncino (CR) i due fidanzati lombardi e ci hanno raccontato la loro idea: sono Odino e Freyja. Chi sono questi due personaggi?

Odino e Freyja

Da Venezia saliamo in Scandinavia e conosciamo questi due dei mitologici. Odino, secondo l’escatologia eddica, guida gli altri dei e gli uomini contro le forze del disordine nell’ultima battaglia quando giunge la fine del mondo. È ucciso dallo spaventoso lupo Fenrir per essere subito vendicato da Víðarr.

Con mitologia norrena, ci si riferisce alla mitologia scandinava, che rappresenta l’insieme dei miti appartenenti alla religione tradizionale pre-cristiana dei popoli scandinavi.

Tra canali e mitologia

Odino è il più antico degli dei e quindi il creatore del mondo e di tutte le cose, di estrema sapienza, conosce tutte le arti, impersona la magia e la poesia contemporaneamente.

Freyja è la moglie di Odino, è dotata del dono della chiaroveggenza ed è a conoscenza di alcuni dettagli del presente e del futuro che sfuggono persino al marito.

Nicola Pignoli e Ilaria Cavalli

Odino – Nicola Pignoli è un geometra con la passione del teatro, mentre Freyja – Ilaria Cavalli è una giornalista e guida turistica esperta in storia dell’arte. Nicola e Ilaria sono da ben cinque anni presenti al Carnevale di Venezia con le loro maschere e sono felicissimi di aver vinto il concorso del Martedì Grasso.

Al concorso erano iscritte trenta coppie mascherate e la giuria ha scelto proprio Odino e Freyja quali vincitori, sentendo anche il pubblico numeroso ad assistere alla sfilata.

Eleganza e classico veneziano

Lo spirito di Nicola e Ilaria è unire l’eleganza al classico veneziano, e hanno pensato d’impersonificare le due divinità Odino e Freyja. Gli abiti partono dalla scelta degli elementi, aprendo gli armadi e usando capi lasciati dalle nonne e recuperare tutto. Nicola ha disegnato alcune parti – borchie e pelli – e ha creato, in cartapesta, la maschera di Freyja. Grazie all’abile mano di sarte sono state confezionate le maschere vincitrici del Martedì Grasso del carnevale più famoso al mondo.

Fantasia, divertimento e simpatia

Nicola e Ilaria sono affascinati dalla città di Venezia, un mondo a parte e una città meravigliosa. I vincitori sono stati invitati a cena presso il Casinò, anche questa per loro un’esperienza unica e stupenda. Ogni anno la Serenissima ospita centinaia di migliaia di maschere per festeggiare il carnevale: riempie calli e canali di luce e colori, come unico palco di divertimento e simpatia.

Come afferma Ilaria, la città di Venezia, è un palcoscenico unico per esprimere quello che si desidera e regalarsi un’esperienza originale in un luogo magico è senz’altro importante. Nicola Pignoli e Ilaria Cavalli con Odino e Freyja rimangono nella storia del Carnevale di Venezia. Complimenti!

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*