Home / Sport / Dorothea Wierer: bella e vincente
dorothea wierer, biathlon
Dorothea Wierer: campionessa di Biathlon

Dorothea Wierer: bella e vincente

Dorothea Wierer: La bella Italia del biathlon

Dorothea Wierer è originaria di Rasun Anterselva (BZ) e fa parte della nazionale italiana di biathlon dal 2007.
Un’atleta fantastica, in uno sport poco conosciuto nell’Italia mediterranea, ma molto seguito nell’Italia dolomitica. Nel 2008 è diventata la prima atleta italiana di biathlon ad aver vinto una medaglia d’oro ai campionati mondiali giovanili di Ruhpolding (Germania) nella gara individuale. Durante gli stessi campionati ha ottimi piazzamenti nelle gare sprint e nell gare di inseguimento e conquista la medaglia di bronzo nella staffetta, assieme alle compagne Alexia Runggaldier e Monika Messner.

La prima medaglia d’oro

L’anno successivo, durante la rassegna iridata giovanile disputata a Canmore (Canada), continua la sua striscia di ottimi piazzamenti nella gare individuali e nelle gare sprint; ma il capolavoro arriva con la medaglia d’oro nell’inseguimento. La magia di Dorothea arriva nella conferma della medaglia di bronzo ottenuta l’anno precedente in staffetta insieme a Alexia Runggaldier e a Nicole Gontier.
Il palmares di questa giovane e straordinaria atleta è arricchito dagli eccezionali risultati della stagione 2007-2008 quando ha conseguito risultati di rilievo in Coppa Europa juniores, specialmente nelle gare di San Sicario (Italia), dove sale al terzo gradino del podio nella gara di inseguimento. Ricordiamo anche che insieme a Christa Perathoner e Alexia Runggaldier, nella staffetta degli Europei juniores, si classifica al quinto posto.
Il 9 gennaio 2009 esordisce in Coppa del Mondo.
Una ragazza bella e determinata, porta in tutto il mondo un sorriso meraviglioso e due occhi di ghiaccio che insieme al biathlon, sport faticoso e di precisione prettamente invernale, rendono ancora più belle le emozioni che ci regala.
Dorothea Wierer  domina anche i Mondiali juniores di Nové Město na Moravě (Repubblica Ceca), conquistando tre medaglie d’oro: nella gara sprint, nella gara di inseguimento e nella gara individuale; un risultato senza precedenti che hanno fatto di Dorothea Wierer la quarta atleta italiana della storia degli sport invernali a vincere così tanto a livello juniores, eguagliando Karen Putzer, Nadia Fanchini e Alessandro Pittin.

Il bronzo alle olimpiadi

Nella stagione 2013-2014 partecipa ai XXII Giochi olimpici invernali di Soči 2014 (Russia), vincendo il bronzo nella staffetta mista.
Il biathlon è uno sport e disciplina olimpica, dove gli atleti competono in due specialità, il tiro a segno con la carabina e lo sci di fondo; bisogna percorrere nel minor tempo possibile un percorso prefissato sugli sci da fondo, sostando a un numero variabile di postazioni di tiro. Ogni errore che è fatto nella zona di tiro ai bersagli che sono abbattuti con la carabina, comporta una penalità, trasformata in tempo da percorrere sugli sci di fondo, da scontare dentro un ovale sulla neve costruito appositamente. La distanza da percorrere e il numero delle sessioni di tiro varia dalla tipologie di gara, che può essere individuale o a squadre. Storicamente, il biathlon rappresenta l’evoluzione in disciplina sportiva di pratiche militari e venatorie.

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*