Home / Ambiente / Ecosistema: la vita nascosta in ruscelli torrenti e fiumi
vita, ruscelli, fiumi, torrenti, acqua
La vita nell'acqua dolce

Ecosistema: la vita nascosta in ruscelli torrenti e fiumi

La vita risiede nell’acqua

Nell’acqua gli elementi minerali e altri elementi privi di vita interagiscono con le diverse forme di vita acquatica creando un equilibrio tra forme viventi e non viventi, chiamato “ecosistema”. Una caratteristica propria di ogni ecosistema acquatico è il flusso di materia e di energia di cui dispone: la crescita di flora e fauna acquatica è determinata, infatti, da tale disponibilità.

L’ecosistema dei corsi di acqua corrente è aperto, cioè soggetto a cambiamenti perché, durante lo spostamento che il corso d’acqua compie scendendo da monte a valle, cambiano le disponibilità di materia e di energia necessarie allo sviluppo delle diverse forme viventi acquatiche.

Bilancio energetico: flora e fauna

I vegetali utilizzano per la loro crescita i sali minerali disciolti nell’acqua e l’energia raggiante, data dalla luce del sole. La flora si presenta in diverse forme acquatiche: diatomee, macrofite, muschi.

Gli animali traggono il nutrimento sia da questi vegetali sia da altro materiale organico, o da altri animali, piccoli abbastanza da costituire nutrimento per animali predatori. Si attua così un bilancio energetico tipico di ogni ecosistema: se un apporto di energia restituisce una produzione di viventi in rapporto temporale costante, l’ecosistema è in equilibrio energetico.

Quando l’ecosistema assume tali caratteristiche si dice che è in fase di “respirazione”.

Animali fluviali

I pesci sono gli animali più grandi presenti nell’ecosistema fluviale e sono quelli che, nutrendosi, consumano la maggior parte di cibo disponibile. Se è vero che: “Il pesce più piccolo viene mangiato dal pesce più grande” sorge spontanea la domanda: “Ma che cosa mangia il pesce più piccolo?”.

I pescatori dilettanti rispondono di solito: “Lombrichi, larve della mosca e altri insetti”, spesso ignorando che esiste una vita faunistica nascosta tra i vegetali, le ghiaie e tutto ciò che giace sul fondo del letto di un fiume.

Tale fauna “nascosta” è costituita da organismi bentonici che, in base alle loro capacità di procurarsi il cibo, sono classificati nelle seguenti categorie: tagliuzzatori, fitofagi, predatori, raccoglitori e filtratori. La loro presenza determina, come vedremo, la depurazione dell’acqua.

Puoi anche leggere: qui

Marca Aperta

Marca Aperta
Periodico di informazioni, attualità e cultura del Veneto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*