Home / Scienze / I pericoli della montagna per chi non è esperto: Manrico Dell’Agnola
Conegliano In equilibrio tra le vette
Conegliano - In equilibrio tra le vette

I pericoli della montagna per chi non è esperto: Manrico Dell’Agnola

In equilibrio tra le vette

Nella città di Conegliano si tiene un importante meeting sui pericoli della montagna quando si va da inesperti. La situazione di questa estate, con l’emergenza Covid-19, ha portato tanta gente in montagna, fenomeno molto rischioso.

La conferenza è organizzata dal Cai Conegliano con la direzione scientifica di Centro di medicina Conegliano, con il patrocinio del Comune di Conegliano (TV).

La data è per mercoledì 30 settembre 2020 alle ore 20.45 presso l’Auditorium Toniolo di Via Galilei, una conferenza su questo tema: “In equilibrio tra le vette. La Prevenzione degli infortuni in montagna”.

La conferenza è aperta a tutti con prenotazione obbligatoria.

Relatori

Sono stati invitati a parlare tre medici, la Dottoressa Airì Gorian, neurologa, il Dottor Federico Anselmucci, oculista e la Dottoressa Maria Isabella Zuccalà, dietista.

Questi sono specialisti presso il Centro di medicina Conegliano. Inoltre partecipa alla serata l’alpinista, Manrico Dell’Agnola, che ha scalato pareti in tutto il mondo, con Eldorado Canyon, El Capitan in Yosemite fino all’Himalaya. Per lui le Dolomiti sono il vero amore.

Argomento

In equilibrio tra le vette è l’azione che ha portato tante persone in montagna, così è necessario parlare della bellezza di questo atteggiamento, ma che comporta anche vari rischi per le persone.

Come guida del dialogo c’è il giornalista Marco Ceotto, articolista di Medicina Moderna, che modera le domande ai relatori che arrivano anche dal pubblico.

L’evento rientra nel cartellone dell’Autunno Coneglianese e grazie all’idea di Gloria Zambon, Presidente Cai Conegliano, non bisogna mai dimenticare che la montagna è una grande passione, ma anche un luogo ricco di pericoli.

L’ambiente è ideale per rigenerarsi, ma il dato dei soccorsi del Suem è pericoloso. C’è bisogno della cultura sulla sicurezza in montagna, che a volte, è talmente meschina e cattiva che ha portato via anche tante persone esperte del settore.

Il CAI da anni si dedica alla diffusione della cultura della sicurezza, perché per frequentare la montagna in ragionevole sicurezza è indispensabile la conoscenza dell’ambiente, ma anche dei propri limiti, fisici e mentali.

Informazioni e Contatti

Prenotazioni obbligatorie alla segreteria organizzativa
Mail: tourprevenzione@centrodimedicina.com
Tel.: 335 321469 e 320 4321544

Centro di Medicina
Casa di cura Villa Maria

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*