Home / Internet / Internet e Traffico
Internet
Internet

Internet e Traffico

Internet – Traffico generato da robot.

Internet è disumano perché il 61,5% traffico sul web è generato da programmi automatizzati, mentre i navigatori in carne ed ossa sono solo 4 su dieci. Internet cresce auto-generandosi in una crescita senza fine. La parte maligna di questa crescita automatica generata da software è grandissima. Poi c’è il Dark Web, internet che non vedi.

Internet maligno

Internet è pieno di minacce maligne. Furti di dati, cyber attacchi, enormi quantità di spam, inserimento di codici di tracciamento e controllo, sono solo alcune minacce che rendono pericoloso navigare sul web per i nostri computer. Molti non sanno che anche arrivando sulla home page di un sito che pubblichi una immagine che contiene codice maligno si possono subire dei danni, anche senza un solo clic. Tuttavia la minaccia numero uno non sono i virus informatici. Secondo una ricerca effettuata da Incapsula, una società di cyber sicurezza che offre servizi via cloud, il 51% del traffico Internet non è creato da esseri umani, ma è “interno”, si è auto-generato. Non solo: una buona quota di questa percentuale sarebbe anche “maligna”, ovvero potenzialmente dannosa per i computer o i dati degli utenti.

Internet traffico disumano

Le percentuali di cui si compone il traffico globale della Rete:

  • il 5% è composto da alcuni strumenti per l’hacking che si occupano di scovare buchi nella sicurezza dei siti;
  • un altro 5% è formato dai scrapers, ovvero dei programmi maligni che simulano la navigazione del web umana allo scopo di raccogliere informazioni dai siti che visitano;
  • il 2% del traffico è “occupato” da programmi automatici di spam, i cosiddetti spammer;
  • il 19% è invece dato da software-spia;
  • il 20% del traffico è creato dai motori di ricerca (Google, Bing, Yahoo) e dal loro “lavoro”.

Nonostante siano gli utenti a cercare informazioni su questi siti, il traffico è comunque considerato in questo caso “non umano” perché i risultati vengono trovati tramite algoritmi; infine c’è l’ultima fetta della torta del traffico di Internet: quella da 49% degli esseri umani.

Da notare che il 31% del traffico generale è “maligno” e punta a rubare informazioni, copiare contenuti e/o spammare.

Internet buono

Per fortuna ci sono anche gli agenti buoni, i bot che lavorano positivamente. I software buoni, vale a dire agenti certificati di software così come motori di ricerca, la cui presenza è cresciuta dal 20 al 31 per cento negli ultimi dodici mesi. Come mai questo boom? Due le ragioni di questa esplosione: da una parte l’evoluzione dei servizi basati sul Web, che ha creato nuovi tipi di funzioni automatizzate, così come inediti servizi di ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca che ormai ispezionano un sito fra le 30 e le 50 volte al giorno. Inoltre, c’è anche da segnalare un incremento dell’attività dei bot esistenti, web crawler e spider, i “ragni”, cioè i software della Rete che da sempre setacciano i siti in cerca di informazioni sui contenuti. Con quale scopo? Indicizzarli nel modo migliore per mandare a segno in poco tempo le ricerche degli utenti internet.

Consigli per la sicurezza

Per un minimo di sicurezza fate sempre una copia dei vostri dati. Inoltre tenete sempre aggiornato il vostro sistema di sicurezza, se possibile, in automatico. Questo vale per il tuo software antivirus, antispyware, firewall, la sicurezza del sistema operativo e i programmi di sicurezza del browser Web. Imposta il software e i programmi in modo che vengano aggiornati automaticamente con le protezioni più recenti.

Cambia spesso le tue password e assicurati almeno che siano lunghe, non includere informazioni personali e inserisci anche dei numeri. Non seguire mai le segnalazioni di finestre pop-up o collegamenti presenti in e-mail non richieste.

Internet nascosto Dark web

Abbiamo parlato dei pericoli di internet, pericoli del web navigabile e visibile e che con un po di esperienza e prudenza si possono evitare. questo è il web che conosciamo, ma è solo una piccola parte del web. Poi c’è il web nascosto, il dark web, web sommerso, il lato criptato di internet, privo di motori di ricerca, nascosto all’ombra della rete ( tor). Ospita siti criminali, pedofili, dissidenti, truffatori, ladri di carte di credito, trafficanti di droghe varie ed armi, hacker e naturalmente anche la Nsa americana, che ha violato la privacy di mezzo mondo, Merkel compresa! Mi servono documenti falsi, droghe o armi? Basta cercare al supermercato del dark web. Qualche prezzo? Documenti falsi 150 $, database di mille utenti con i loro dati personali 40 $; se voglio prendere il controllo di 2.000 pc costa invece 350 $; 1000 carte di credito 50 dollari; voglio bloccare un sito per un mese tempestandolo di schifezze? 300 dollari e cosi via. Un grande supermercato illegale globale nel quale rubare soldi dai conti correnti è un gioco da ragazzi. Un posto dove si gioca a guardie e ladri a carte scoperte. Internet è come le persone che lo usano, un po buono ed un po cattivo.  

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*