Home / Interviste / Intervista a Mozez: Looking At Me è il nuovo singolo spirituale
Mozez musica intervista looking at me
MOZEZ - INTERVISTA

Intervista a Mozez: Looking At Me è il nuovo singolo spirituale

Looking At Me

  • Chi è Mozez?

Sono un cantautore e produttore. Non mi definirei un musicista perché non suono molto bene uno strumento, ma amo la musica e ho trascorso gran parte della mia vita lavorando con la musica.

  • Ci racconti del suo ultimo brano, Looking At Me.

La canzone affronta alcuni argomenti: in primis il modo in cui ci identifichiamo, di conseguenza il modo in cui stiamo perdendo il contatto con ciò che è il nostro vero sé. Siamo meravigliosi esseri compassionevoli, ma alcune persone non vogliono farci pensare, vorrebbero che tu ed io sposassimo l’idea dell’egoismo, di separazione che genera avidità e che ha creato la situazione attuale in cui ci troviamo. Così ci puntiamo le dita l’uno verso l’ altro discutendo se un problema fosse di un bianco o di un nero. La verità è che un problema è il nostro problema.

  • Ha pubblicato anche un album, quali sono i temi trattati?

In realtà ancora non ho pubblicato l’album, ma accadrà entro la fine dell’anno. I temi trattati sono diversi: amore, odio, guerra, destino, conoscenza e vita.

  • Spirito e materia che cosa li accomuna?

Il mio pensiero personale su questa domanda è che il mondo materiale è un’ombra del mondo spirituale, e che siamo venuti dal mondo spirituale e torneremo al mondo spirituale. Il mondo materiale è una fase attraverso la quale noi acquisiamo l’esperienza per maturare. Non esiste una separazione o differenza fondamentale fra i due mondi poiché quello materiale non è l’opposto di quello spirituale. Il mondo degli spiriti non ha fine né inizio e non può essere quindi opposto a qualcosa che invece ha una fine e un inizio come quello materiale. Se riusciamo a vedere il mondo materiale come una tappa temporanea del nostro viaggio, penso che potremmo essere più vicini alla comprensione di chi siamo veramente.

  • Come desidera arrivare al suo pubblico, con grandi concerti negli stadi o in teatro?

Non penso molto a come arrivare al mio pubblico, ma soprattutto che siano raggiunti dalla mia musica.

  • Che cos’è per lei la musica?

La musica è uno strumento che serve a sintonizzarci con l’universo, potrebbe essere una richiesta di aiuto, una fonte di lode o un conforto per un’anima.

  • Quali sono i suoi obiettivi di artista?

La questione è di comunicazione. Lo scopo è di venire ascoltato, ogni artista ha qualcosa da dire. Un artista è una persona che ha un bisogno insito dentro di essere ascoltato.

  • Ci sono dei progetti futuri?

Sì. Sto lavorando adesso con la cantautrice Mari Conti, la band Wa e altri progetti. Spero di venire nella vostra bellissima zona della Marca Trevigiana. Mi piacciono molto le città di Treviso e Venezia.

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*