Home / Estero / L’Orfanotrofio di Herat riceve materiale scolastico dalla Scuola Primaria Giovanna Faè
Multinational Land Force Donazione
Multinational Land Force Donazione

L’Orfanotrofio di Herat riceve materiale scolastico dalla Scuola Primaria Giovanna Faè

Grazie alla Multinational Land Force

L’Orfanotrofio di Herat in Afghanistan riceve, grazie al supporto della Multinational Land Force, una donazione di materiale scolastico dalla Scuola Primaria Giovanna Faè di Sarmeda (TV).

I bambini hanno voluto donare il materiale scolastico per essere vicini ai loro coetanei meno fortunati dell’Afghanistan.

L’opera di beneficenza è nata dalla scuola primaria trevigiana e per riuscire la donazione è servita la base logistica e burocratica della Multinational Land Force, su base Brigata Alpina Julia, che ha consegnato al Dottor Abdul Qayuom Afghan, Capo Dipartimento Affari Sociali ed al Signor Zaman Zay, Direttore dell’Orfanotrofio Statale, i materiali scolastici.

Alla ristretta cerimonia svoltasi a Camp Arena, secondo le vigenti norme anti-Covid, hanno partecipato in rappresentanza anche sei bambini dell’Orfanotrofio “Khaja Abdullah Ansari”.

Oltre al materiale donato dalla scuola trevigiana, sono stati consegnati generi di prima necessità, come acqua e materassi singoli ed anche dieci computer destinati all’aula informatica in costruzione.

Il Comandante di TAAC-W, nel suo discorso ha detto che i bambini sono il nostro futuro e ha sottolineato il costante supporto dell’Italia e del Contingente alla popolazione ed alle autorità afghane.

L’Italia è da sempre impegnata nel sostegno della popolazione civile e delle sue istituzioni e in particolar modo è vicina alle fasce più deboli ed esposte alla povertà, in questo momento, oltre alle difficoltà derivanti dalla pandemia in atto.

Il gesto degli scolari di Sarmede (TV) vuole essere un sorriso e una vicinanza ai loro coetanei meno fortunati. La missione NATO “Resolute Support” è composta da militari di trentanove nazioni, con l’obiettivo di contribuire all’addestramento, all’assistenza e alla consulenza in favore delle istituzioni e delle forze di sicurezza afgane, al fine di renderle autosufficienti e in grado di provvedere autonomamente alla salvaguardia del paese e dei propri cittadini.

Il contributo italiano, espresso con personale e mezzi di Esercito, Aeronautica, Marina e Carabinieri, ha consentito finora alla regione ovest dell’Afghanistan di raggiungere standard di sicurezza e sviluppo fra i più elevati nel paese.

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*