Home / Senza categoria / Volare in Parapendio in Veneto
veneto, volo libero, parapendio
Trofeo Montegrappa 2017 Parapendio in Veneto

Volare in Parapendio in Veneto

Parapendio

Trofeo MonteGrappa 2017

Uno sport scenico all’aria aperta e in luoghi paesaggisticamente unici. Torna la manifestazione di volo libero “Trofeo Montegrappa” durante il periodo di Pasqua organizzata per valorizzare una conformazione del territorio unica per questo sport. Le vele sono guidate da esperti piloti che giungono da ogni parte del mondo e si fermano sul Monte Grappa a cimentarsi e sfidarsi in una spettacolare disciplina resa sicura da ogni norma scrupolosamente seguita.

Parapendio dal Monte Grappa

Un evento particolare e favoloso che richiama migliaia di appassionati e anche pubblico di curiosi immersi in un ambiente naturale bello e originale.
A cimentarsi in questo straordinario sport i migliori 150 piloti al mondo che scendono di Parapendio dal Monte Grappa verso la pianura sottostante liberamente con un percorso prestabilito.

La nascita del parapendio

La disciplina del Parapendio nasce intorno al 1965 con la messa a punto della Sailwing da parte di Dave Barish e in seguito Domina Jalbert crea un paracadute dotato di cassoni da utilizzarsi al posto del paracadute parabolico: il parafoil. I due inventori provano questi nuovi attrezzi su un trampolino di sci e i risultati sono molto positivi: molte persone, in particolar modo alpinisti, si avvicinano a questa disciplina.
I cieli della Pedemontana veneta si tingono di colore grazie alle sfavillanti livree delle tante vele (paracadute) che lentamente e armoniosamente scendono da Rubbio e Cima Grappa verso Semonzo.
Il pilota della vela si lancia dal costone montano senza l’ausilio di nessuna meccanica, solo con le sue forze: interessante è la tecnica provata sui trampolini da sci, all’epoca dell’invenzione.

parapendio, volo libero,

Parapendio in Veneto – Ph: Antonio Ricciuti

Il fascino della discesa

Spieghiamo cosa succede durante la discesa: i piloti, che hanno dovuto superare una lista d’attesa severissima, devono seguire un percorso contrassegnato da “boe” che necessariamente delimitano il percorso di discesa e la necessità di aggirarle prima di arrivare a terra a Semonzo. La bravura dei piloti nazionali e internazionali risiede nello scendere in meno tempo possibile seguendo il percorso obbligato dalle “boe”. Le gare si susseguono nei giorni stabiliti dall’organizzazione e il risultato finale si ha all’ultimo giorno di gara sommando i tempi di tutte le gare.
Parallelamente all’evento sportivo è presente un “Testival” ovvero le migliori marche del settore offrono un servizio di prova dei materiali e delle tecniche di Parapendio.

Sul Monte Grappa i 150 migliori

Come dicevamo all’inizio, a cimentarsi in questo straordinario sport ci sono i centocinquanta migliori piloti al mondo che aspettano questo trofeo, per scendere dal nostro Monte Grappa, zona ricca di storia e memoria. I piloti scendono di Parapendio dal Monte Grappa verso la pianura sottostante liberamente con un percorso prestabilito.
Un evento caratteristico e incredibile che richiama numerosi appassionati e semplici curiosi immersi in un ambiente naturale incantevole e originale. La gara è organizzata dall’Aereo Club Blue Phoenix con la collaborazione del Consorzio turistico Vivere il Grappa e del Volo Libero Montegrappa.
Le foto del nostro servizio sono gentilmente donate dal Sig. Antonio Ricciuti, grande appassionato di fotografia e Parapendio.

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*