Home / Attualità / Voto scolastico: valutazioni a scuola nel periodo didattica a distanza
Scuola Didattica a distanza Voto
Scuola - Nuove valutazioni

Voto scolastico: valutazioni a scuola nel periodo didattica a distanza

Voto scolastico COVID-19

La didattica a distanza (DAD) è partita in tutte le scuole italiane. Tutte le aziende che si occupano dei software della scuola cioè dei registri elettronici hanno lavorato per installare a scuola le Aule Virtuali.

Adesso i docenti si stanno organizzando per superare al meglio il periodo COVID-19 che ha cancellato le lezioni in presenza. I dirigenti dei vari Istituti sono riusciti finalmente a prendere delle decisioni per sopperire alla mancanza di contatto tra docenti e alunni.

Molta attenzione si è messa sul problema della privacy di internet perché migliaia di dati fossero lasciati inconsapevolmente sul web, sia da ragazzi maggiorenni sia da alunni minorenni. La situazione un po’ disorganizzata all’inizio lascia ora da parte l’incertezza e prosegue su una strada ben decisa.

Il voto scolastico che viene messo nelle verifiche scritte e nelle interrogazioni orali si è trasformato nella valutazione di consegna da parte degli studenti dei compiti e lezioni assegnate. Il tutto utilizzando i mezzi che il web mette a disposizione: mail, aule virtuali, didattica a distanza live meeting.

DAD

Anche se tutte le riunioni di servizio sono sospese, i docenti si organizzano sul web attraverso delle video conferenze e scambi di mail. Quindi la scuola, dopo lo shock iniziale, riprende la strada dell’anno scolastico e del secondo quadrimestre per arrivare agli scrutini finali in pieno delle forze e motivazioni.

I voti scolastici messi sul registro elettronico valgono come se messi in presenza in classe, sia col colore rosso che verde, sarà poi a giugno il consiglio di classe a decidere il da farsi.

Tutti i consigli di classe stanno recependo le direttive dei DS, nella speranza che si possa ritornare in classe insieme agli alunni. Naturalmente ci saranno degli sviluppi con nuove direttive da parte del Ministero dell’Istruzione.

Il Coronavirus è in giro, ma la scuola ha ripreso a muoversi per istruire al meglio gli studenti anche in questo brutto momento.

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*