Home / Viaggi / West Usa On the Road

West Usa On the Road

West Usa on the Road

West Usa on the Road – Giorgio Massolin, titolare dell’agenzia Flumen Viaggi di Fiume Veneto (PN) offre inusuali esperienze di viaggio negli Stati Uniti d’America. Marca Aperta lo ha incontrato per voi per farsi spiegare di cosa si tratta e darvi la possibilità di fare un viaggio diverso dal solito.

Chi è il signor Giorgio? Quali sono le esperienze che lo hanno portato ad offrire queste opportunità?
Sono più di 30 anni che viaggio. Ho iniziato la mia esperienza di viaggiatore in Africa.
All’epoca, acquistavo solo il volo ed iniziavo a girare con l’obiettivo di interagire più che viaggiare. Interagire significa entrare in contatto con le persone, conoscere nuove culture, essere itinerante e scoprire che cosa ci regala la natura.

giorgio massolin, monument valley, usa, viaggi

Giorgio Massolin presso la Monument Valley

Cosa vuol dire essere un’agenzia di viaggi oggi, nell’era digitale?
Internet ha portato le persone ad essere più informate sui luoghi che vogliono visitare, ma allo stesso tempo non insegna a “vivere il viaggio”, non spiega come rapportarsi con la realtà e di conseguenza non dà un valore aggiunto al carattere e all’esperienza delle persone. Ancora oggi, mentre accompagno i clienti in autobus continuo a dare loro informazioni di cui mi ringraziano, in quanto non le avevano trovate o assimilate attraverso una semplice lettura in rete. Ecco quindi che le nostre proposte sono orientate maggiormente verso “l’umanizzazione” del viaggio.

Umanizzazione? In che cosa consiste la sua proposta di viaggio?
Noi offriamo dei percorsi in continua evoluzione a seconda delle richieste, degli interessi dei clienti e non solo durante la fase di progettazione del viaggio, ma anche durante la vacanza stessa, in quanto la situazione può variare anche in itinere. Insomma non c’è niente di fisso se non le tappe principali, mentre tutti gli altri aspetti possono subire continue variazioni a seconda delle esigenze o dei desideri dei viaggiatori senza costringerli, come invece avviene negli altri tour organizzati, a fare rigidamente ciò che è previsto negli schemi di partenza. Poi c’è sempre l’aspetto attivo della vacanza…

Cosa intende per aspetto attivo?
Il nostro modo di affrontare questa esperienza di viaggio prevede un incontro prima della partenza per conoscere il gruppo. Quindi, io illustro i luoghi, cerco di capire cosa effettivamente desiderano i partecipanti e la loro preparazione fisica. Inoltre, nei nostri viaggi c’è uno scambio continuo, in quanto sono i partecipanti a fare da ciceroni in prima persona. Così il mio ruolo diventa in pratica quello di supervisore, poichè l’obiettivo è di permettere ai viaggiatori di vivere appieno e in prima persona l’esperienza. A volte qualcuno è preoccupato perchè non conosce la lingua ma alla fine si accorge di come, anche a gesti, sia facile e divertente comunicare con le persone del luogo. Vi racconto un aneddoto: eravamo nella Monument Valley, quando uno dei partecipanti, di circa 80 anni, si è messo a parlare della storia degli Indiani d’America, iniziando dal loro Paese di origine, la Mongolia, fino ai giorni nostri. I suoi racconti erano così interessanti che alla fine si era formato un gruppo di almeno un centinaio di persone ad ascoltarlo!

las_vegas

Tecnicamente quindi come si svolge il viaggio?
I nostri viaggi durano mediamente 15-16 giorni. Questo ci permette di gestire al meglio ogni situazione, aspettando ad esempio il momento giusto per vedere un determinato spettacolo della natura. Dormiamo nei classici hotel americani, non usiamo servizi di lusso, i nostri standard sono di buon livello. Si viaggia in gruppi di massimo 20 persone. I pranzi non sono inclusi, proprio per dare la possibilità di vivere una vacanza “attiva”, dove io incoraggio i viaggiatori a dividersi in piccoli gruppi e ad andare nei ristoranti tipici della zona per provare le varie specialità. A volte invece, capita che cucini io con l’aiuto di tutti e ci facciamo delle grandi risate… Poi in base alle stagionalità o ai desideri, ci sono delle escursioni facoltative, come il battello per Alcatraz, il sorvolo sul Grand Canyon o l’esperienza dell’Antelope Canyon.

Quali proposte trattate?
Abbiamo la possibilità di fare un percorso più naturalistico viaggiando tra San Francisco e Los Angeles con tappa a Las Vegas, alla Monument Valley ed al Grand Canyon. Oppure scegliere di immergerci nella storia degli Stati Uniti, attraversando la East Coast da Boston a Miami facendo tappa a New York, Philadelphia, Washington ed alla base NASA di Cape Canaveral.

grand_canyon

Beh, allora non ci rimane altro che provare! Quando saranno le prossime date?
Le prossime partenze saranno: il tour Boston – Miami dal 18 settembre al 3 ottobre, l’itinerario Los Angeles – San Franciso dal 6 al 22 ottobre ed infine San Francisco-Los Angeles, dal 25 ottobre al 10 novembre. Vi aspettiamo!

FLUMEN VIAGGI
SEDE: Via Bassi, 2 33080 –
FIUME VENETO (PN) Tel. 0434 564112
FILIALE: Via dei Martiri, 1 33010 –
FELETTO UMBERTO UD Tel. 0432 575565
www.flumentours.it – tours@flumenviaggi.it
Facebook: Flumen Viaggi – Fiume Veneto PN

Marca Aperta

Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*