Home / Cultura / Baldoni Bonaffini il “Ritorno” in musicasetta dei Blez
Bonaffini Baldoni Il Ritorno Musica
Bonaffini Baldoni - Il Ritorno

Baldoni Bonaffini il “Ritorno” in musicasetta dei Blez

Blez e il Ritorno

Quando il tempo passa, ciò che rimane si chiama storia e non va dimenticata. La tecnologia analogica è quella pioniera della musica, quando c’erano le sale d’incisione, perché è lì che su nastri analogici, che erano incise le canzoni.

Siamo fine degli anni Settanta e i ragazzi, compravano i vinili o si attaccavano alla radio per registrare le canzoni che piacevano di più. Paolo Baldoni ha vent’anni, Luca Bonaffini diciannove e dopo che si sono conosciuti sui banchi di scuola, si promettono che, preso il diploma, mentre frequenteranno l’università, incideranno alcune delle loro canzoni e le porteranno alle case discografiche.

Per Paolo è poco più di un gioco. Per Luca una cosa seria. Adesso è il momento del “Ritorno”

Paolo Baldoni

Paolo Baldoni nasce a Mantova, la sua vita prende un’altra strada, più comoda e famigliare.

L’artista pubblica insieme al suo amico una musicassetta auto prodotta intitolata “Ritorno” e poi decide di dedicarsi alla vita famigliare e professionale in ambiti non musicali. Scrive privatamente delle canzoni e il destino sembra calamitarlo al palco.

Ritrova l’amico Luca, musicista, e gli propone di tirare fuori dal cassetto alcune delle canzoni indimenticate scritte tra la fine degli anni Settanta e i primi anni Ottanta, insieme a Luca Bonaffini rinascono i Blez.

Luca Bonaffini

La vita di Luca Bonaffini prosegue nel campo musicale e percorre una carriera bellissima.

Ha pubblicato, come cantautore, diversi album aventi un unico filo conduttore, le tematiche impegnate e sociali. Vince il Premio Rino Gaetano nel 1988, la Targa critica giornalistica e il Premio Quipo nel 1999 al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza come miglior progetto multimediale. Partecipa al Festival del Teatro Canzone – Premio Giorgio Gaber nel 2005 e due volte al Premio Tenco.

Nel 2013 ha debuttato come scrittore con il libro “La notte in cui spuntò la luna dal monte”, ispirato al suo incontro con Pierangelo Bertoli e Mario Bonanno pubblica su di lui un libro dedicato ai suoi trent’anni di carriera.

Marca Aperta

Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*