Home / Musica / Io “Amo” i Dish Fillers con il nuovo rap uscito con Ep
i Dish Fillers con il nuovo rap uscito in Ep
DISH FILLERS - NUOVO EP

Io “Amo” i Dish Fillers con il nuovo rap uscito con Ep

Disch Fillers con RapEp

I Dish Fillers escono con il nuovo Ep che nasce sotto la nuova etichetta musicale indipendente Layell label. Una bella esperienza musicale in un contesto leggermente diverso dal solito, ma che si presta positivamente a valorizzare il talento e l’impegno di chi dona autenticità e bellezza.

I lavori creativi dei Dish Fillers sono interessanti, passando da “Amo” all’ep “We & Mr.Muddy” del 2019. La fonte creativa della band cammina sul percorso delle collaborazioni, già fatte con rapper sparsi in tutta Italia.

Loro creano unioni con l’inchiostro versato su fogli di Gabriele “Garo LaOhm” Finocchiaro, voce e autore, e i producer Nicolò “Nicofuzz” Cesano, Roberto “Robbimaktub” Ausenda.

L’armonia creativa e intellettuale di questo contesto musicale, porta il pubblico ad ascoltare melodie e testi di storie attraverso giochi di parole tra blues e funky con l’invito a resistere.

L’idea è il nuovo capitolo per questo trio, un lavoro per rendere omaggio ad un genere musicale come il rap che negli anni ha dato un grande contributo al rinnovamento del panorama musicale italiano.

Il loop è un’avvolgente dinamica che si ripete spesso nei suoi suoni, che ama pescare e scavare da campioni della black music più pura e arricchirla con il suo tocco personale che va dalla chitarra al basso, fedeli compagni del suo passato da Bluesman, passando per pianoforte e turntable.

Biografia

Dish Fillers è il connubio artistico tra cucina e musica, siccome i membri del trio si definiscono: “Riempitori di Piatti” sia come cuochi che come artisti. Il genere rap è la loro ricetta.

I Dish Fillers sono composti da: Garo Laohm, penna e voce, NicoFuzz e RobbiMaktub, produttori e musicisti e nascono ufficialmente nel 2015.

Come spesso accade per le belle cose, il seme è una semplice featuring, che poi cresce e diventa sempre più fraterna e stimolante, dalla quale prende vita “Carpe B.P.M.”, come primo disco di The Kitchen Studio (collettivo artistico e “quartier generale” ideato dai due fondatori).

La caratteristica del trio torinese è la miscellanea di esperienze singole degli artisti che diventa un’unica performance sperimentale e originale.

La radice è il rap, le liriche, il ritmo, la melodia, il conscious, l’hardcore, l’arrangiamento, il mix, l’elettronica, il synth, le batterie e l’atmosfera di ogni traccia che si diverte a “condire” grazie all’inseparabile drum machine e altre splendide idee.

Gianni Fellissent

Gianni Fellissent
Antropologo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*