Home / Recensioni / Recensione libro Ragazzo italiano di Gian Arturo Ferrari
Ragazzo Italiano di Gian Arturo Ferrari
Ragazzo Italiano di Gian Arturo Ferrari

Recensione libro Ragazzo italiano di Gian Arturo Ferrari

Ninni un ragazzo italiano

Continua il lavoro culturale di Una montagna di libri a Cortina d’Ampezzo (BL) anche durante questa estate strana e diversa. Si presenta Gian Arturo Ferrari con il suo ultimo libro, ma primo romanzo, Ragazzo italiano di Feltrinelli.

La Trama

La storia di Ninni, protagonista del romanzo, dove Gian Arturo Ferrari presenta una storia in cui si riflette la situazione dell’intero Paese: l’asprezza, la povertà e l’ansia di futuro.

Le circostanza di una generazione figlia della guerra ma determinata a proiettare progetti e sogni oltre quella tragedia. L’autore pensa che la scuola sia la molla di promozione sociale, e l’avvenire è colmo di attese e promesse.

Si narra un’Italia ancora viva nella memoria profonda e nelle vicende familiari di tanti italiani.

La vita di Ninni, figlio del dopoguerra, attraversa le difficoltà da prima rivoluzione industriale della provincia lombarda, il tramonto della civiltà rurale emiliana, l’esplosione di vita della Milano riformista.

Così impara a conoscere le insidie degli affetti, la sofferenza, persino il dolore che si nasconde nei rapporti personali più vicini.

La crescita del ragazzo percorre il sentiero tracciato dalla nonna e scopre di poter utilizzare il grande bagaglio di emozioni che la lettura dei libri gli crea, spalancando i suoi occhi.

Ninni diventato consapevole di sé e della sua faticosa autonomia, ricerca e sperimenta, una curiosità che non uccide il gatto, ma incrementa la volontà di sapere qual è il suo posto nel mondo.

Biografia

Gian Arturo Ferrari è un professore di Storia del pensiero scientifico presso l’Università di Pavia.

Muove i primi passi nell’editoria con Edgardo Macorini alla Est Mondadori, poi stretto collaboratore di Paolo Boringhieri. Diventa editor di Mondadori nel 1984, direttore Libri Rizzoli nel 1986, è rientrato in Mondadori nel 1989, dove è stato dal 1997 al 2009 direttore generale della divisione Libri.

Ha presieduto il Centro per il libro e la lettura. Dal 2015 al 2018 è stato vicepresidente di Mondadori Libri e editorialista del “Corriere della Sera”.

Il suo primo libro è Libro, edizioni Bollati Boringhieri e adesso Ragazzo italiano è il suo primo romanzo.

Dove acquistare il libro: Amazon

Marca Aperta

Marca Aperta
Rivista di informazione e cultura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*